Book safely: cancellations due to COVID-19 restrictions are free!!

Punta Secca la casa di Montalbano

Punta Secca è un piccolo e piacevole borgo marinaro, ed è la frazione marittima più grande di Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa.

Venne conosciuta e occupata anticamente dagli arabi, dai bizantini e dai normanni. Gli arabi la nominarono "Ain Keseb", ma nel corso del tempo fu anche chiamata con altri nomi, come “Ra?s Karama”, “Capo Scaramia” e “Capo Scalambri” da cui prende il nome la torre Scalambri. Il nome Punta Secca deriva probabilmente da un affioramento di scogli davanti la spiaggia di levante, che crea appunto una "secca". Il borgo conobbe il suo primo sviluppo alla fine del XVI secolo, quando i Bellomo di Siracusa fecero erigere la torre Scalambri, per difendere il territorio: questa costruzione, alta tre piani, negli anni ‘60 è stata restaurata con l’aggiunta di balconi che ne hanno alterato l’aspetto originario.

Nel porto sorge anche un Faro collegato ad un edificio di appartenenza della Marina Militare: è alto 35 metri, ed è stato innalzato nel 1853. È costruito con pietre bianche e tale caratteristica lo ha reso un punto di riferimento della costa, sia per i turisti, che per i naviganti.

Punta Secca è un luogo con un clima mite tutto l’anno, poiché si protende sul mare d’Africa ed è rivolto interamente verso sud; la temperatura è particolarmente gradevole durante le stagioni intermedie, e quindi in aprile, maggio, settembre e ottobre, quando la natura siciliana si manifesta al meglio.

Il borgo ospita 132 abitanti, è piccolo e tranquillo, e dista 5,7 chilometri da Santa Croce Camerina.
È una località diventata famosa negli ultimi anni, poiché è stata location dello sceneggiato televisivo "Il Commissario Montalbano"; nella piazzetta principale, oltre alla Torre Scalambri, si trova infatti la villetta sul mare del commissario nella fiction. Questo edificio in passato era un magazzino per la dissalazione delle sarde, e successivamente, nel 1904, è stato trasformato in abitazione.

La vera attrazione del luogo restano comunque le spiagge: sono tutte dorate e libere, con un mare cristallino e pulitissimo; sono protette a occidente e a levante da brevi tratti di bassa scogliera.

Punta Secca oltre che una località incantevole è anche un punto strategico dal quale partire per alcune escursioni nella zona: ci si può inoltrare verso Casuzze, fino a raggiungere il Parco Archeologico di Caucana, circondato da olivi e carrubi. Si può anche arrivare fino a Marina di Ragusa in soli 10 minuti di macchina.
Share